Soraga in Cartolina

6 agosto 2019

Uscita regionale

 

 

RE LAURINO Predonico BZ

3 agosto 2019

La località prescelta è Predonico di Appiano bensì nella tranquillità di una zona meravigliosa posta sotto le rocce del Macaion del gruppo della Mendola. Lo vogliamo fare il giorno 3 agosto p.v., non tra le rocce, come sarebbe giusto fare,Anche quest'anno vogliamo festeggiare il re delle nostre montagne, Laurino.

 

 

 

 

 

 

Campo Estivo Regionale

Soraga 31 maggio - 2 giugno 2019

 

 

 

 

PELLEGRINAGGIO MADONNA DEL LARES

ASSEMBLEA REGIONALE

BOLBENO 25 maggio 2019

 

 

 

 

 

 

San Giorgio Regionale 2019

Valcamonica

 

Valcamonica 2019

 

 

 

Consiglio Nazionale MASCI del 25.01.2019

Documento "Tutti cittadini del mondo: oltre le attuali politiche sull’immigrazione"

 

 

INCONTRO DI AVVENTO

1 DICEMBRE 2018

MORI

 

 

 

 

 

 

Spoleto 12-13-14 Ottobre 2018

 

 

 

 

 

 

 

ASSEMBLEA REGIONALE 29 settembre 2018

Villa Moretta di Susà di Pergine

 

RE LAURINO 2018

 

Come tradizione vuole, anche quest'anno è nostra intenzione festeggiare il magico re Laurino.

La data è il 4 agosto 2018 e la località è il maso Woelfl di Nova Ponente.

 


E' il tipico maso altoatesino, che di certo alcuni già conoscono avendo festeggiato lassù alcuni anni orsono, immerso nel verde dei prati e dei boschi circostanti con la visione del gruppo del Catinaccio. La conduzione del maso è a carattere famigliare con la signora Weissensteiner che provvede personalmente alla cucina.

La strada per raggiungere tale località è la seguente:

- uscita autostradale Bolzano Nord. Girare a destra e seguire l'indicazione "VAL D'EGA" e poi Nova Ponente.

Latitudine 46,4272525

Longitudine 11,4035832


Il menu proposto comprende: antipasto con prodotti del maso, un primo a base di specialità altoatesine, il dolce, il caffè e bevande. Il prezzo pattuito è di Euro 23,00 a persona.

 

PROGRAMMA

Ore 9.30 - Ritrovo all’uscita autostradale Bolzano Nord

Ore 10.30 – Ritrovo al parcheggio di Nova Ponente a fianco della chiesa

Ore 10.45 – Partenza per il maso Woelfl

Ore 11.00 – Passeggiata attorno al biotopo di circa 1 ora

Ore 13,00 – Pranzo presso il maso

Ore 15,00 – Pomeriggio in allegria (lasciare libero sfogo alla fantasia)

Ore 16.00 – Cerchio di chiusura ed un arrivederci


Vi saremmo grati se voleste fornirci le prenotazioni entro e non oltre il 30 luglio 2018 a mezzo email, il telefono 0471920461, il cellulare 3381301396. Nella speranza di vederci per trascorrere una giornata in serenità nella bellezza della natura di cuore Vi salutiamo. Erika ed Emilio

 

 


 

 

 

CAMPO ESTIVO REGIONALE

CASA ALPINA DON BOSCO

CARISOLO 1-2-3 GIUGNO 2018

 

S.GIORGIO 22 APRILE 2018

STRIGNO

 

Il gruppo MASCI Regionale daventi alla sede della Mostra

Ingresso della Mostra

 

Visitatori

1949 - Alcide Degasperi  incontra riparto Scout

Val di Sella - Una camminata in mezzo alla natura

Val di Sella

 

TRENTO 24 MARZO

 

 

 

TRENTO 3 OTTOBRE

Serata su Lampedusa

 

 

RE LAURINO 2017

5 Agosto 2017

Località Lengstein -Longostagno (BZ)

Carissimi, come tradizione consolidata, anche quest'anno festeggeremo il re delle dolomiti, Laurino. La data fissata è il 5 agosto 2017 e la località prescelta è Lengstein (LONGOSTAGNO) sul Renon (970 m.s.l.m.) presso il  maso Zuner (800 m.s.l.m.). Sia la località che il maso sono del XII secolo. Vicino al maso Zuner sorgono due antichissime chiesette, meta dei pellegrini,dedicate a S.Verena ed a S.Andrea.

PROGRAMMA

9.30  - RITROVO ALL’USCITA AUTOSTRADALE  BOLZANO NORD

10.15 – RITROVO AL PARCHEGGIO DI LONGOSTAGNO - BREVE PAUSA CAFFE’

10.45 – PARTENZA PER IL  MASO ZUNER

12.30 PRANZO PRESSO IL MASO ZUNER

14.30 – VISITA ALLA CHIESETTA DI S.ANDREA

15,30– UN ARRIVEDERCI  E RIENTRO A PIEDI


N.B.: Il maso Zuner è raggiungibile sia a piedi (sentiero n° 9 a fianco alla chiesa) circa 45 minuti, che in macchina (direzione ANTLAS subito dopo la caserma dei pompieri) circa 5 minuti.

Come raggiungere la località


Uscita A22 a Bolzano NORD. Girare a destra seguendo l'indicazione "altopiano Renon" (tabella marrone). All'altezza dell'ARENA a Collalbo, proseguire diritti superando Longomoso, Monte di Mezzo fino a Longostagno. Parcheggiare nel grande parcheggio di fronte alla chiesa parrocchiale. Sarà cura dei membri della nostra Comunità guidarVi sia dall'uscita autostradale che da Longostagno verso lo Zuner. Il menù proposto è a base di sole specialità altoatesine. Le prenotazioni dovranno pervenirci entro e non oltre il 1° agosto 2017 a mezzo email o telefono. Nella speranza di poter trascorrere assieme una giornata in mezzo ad una splendida natura, unitamente ad Erika invio il più cordiale saluto. Emilio

Se qualcuno volesse raggiungere il posto di ritrovo a Longostagno e volesse salire da Barbiano, l'uscita dalla A22 è a Chiusa. Usciti dall'autostrada prendere a destra fino all'incrocio, poi proseguire sulla sinistra, oltrepassare Ponte Gardena e, sulla destra vi è l'ingresso per Barbiano. Oltrepassato Barbiano proseguire superando S.Ingenuino e dopo alcuni chilometri si giunge a Longostagno. Precisiamo però che la strada da Barbiano a Longostagno è stretta con un po' di difficoltà nel caso di incrocio con mezzi pesanti

LONGOSTAGNO

E’ un antichissimo paese situato a 970 m.s.l.m. sulla “via imperiale” . La sua importanza fu ottenuta nel XII secolo allorchè l’imperatore Federico Barbarossa rilasciò il diritto di mercato a Longostagno. La chiesa parrocchiale, dedicata a S.Ottilia, è menzionata già nel 1177 in un documento di Federico Barbarossa. La chiesa fu ricostruita nel 1876.  Dell’antica struttura rimane solo la parte anteriore dedicata a S.Ottilia risalente al 1480Nei dintorni del paese si trova il piano delle streghe luogo in cui nell’antichità si riunivano le streghe per il loro saba. Oggi è luogo privilegiato per il picnic.

CHIESETTA DI S.VERENA

Chi percorre l’autostrada del Brennero da Nord, alzando gli occhi nei pressi di Campodazzo noterà in alto un singolare campanile  piuttosto tozzo. E’ il campanile della chiesetta di S.Verena che sorge in località Pietrarossa . Essa  appartiene alla preistoria quando il luogo era occupato dai celti ed in quel luogo celebravano i loro riti. La chiesetta viene nominata la prima volta in un documento del 1256. Tracce dell’antico rito celtico sono visibili attraverso coppelle, menhir ed altro.

CHIESETTA DI S.ANREA IN ANTLAS


Appartiene alla stessa epoca della chiesetta di S.Verena. E’ situata su una collinetta dominante la valle d’Isarco. Ha conservato il suo stile gotico. E’ visitabile e la si raggiunge in pochi minuti partendo dal Maso Zuner percorrendo alcuni gradini scavati nella roccia viva.
MASO ZUNER

Il maso risale anch’esso al XII secolo e la sua antichità è mantenuta nelle sue caratteristiche architettoniche.  E’ ben visibile, ad esempio una porta in pietra ad arco  a sesto acuto. Belli gli ornamenti risalenti all’epoca barocca.  Offre una particolare degustazione del vino bianco della Val d’Isarco “Eisacktaler” ottimo sotto ogni aspetto. E’ situato in località “Antlas” parola tedesco-dialettale con il significato di “indulgenza” cosa che i pellegrini di una volta si aspettavano quale gratifica per il lungo cammino percorso.

 

 

 

 

 

 

ASSEMBLEA REGIONALE ORDINARIA

Sabato 10 giugno 2017 ad ore 9,00

“Villa Moretta” a Susà di Pergine

 

 

 

SAN GIORGIO  29 APRILE 2017

LAGO DELLA SERRAIA

BASELGA DI PINE’

appuntamento al parcheggio lungo il lago, dove lasceremo le macchine

iniziamo la passeggiata, faremo tutto il percorso attorno al lago (1 ora abbondante)

Per chi ha problemi a camminare c’è un breve tratto alternativo

Tressila la “Casa sociale” dove si potrà fare il pranzo al sacco

ci spostiamo al santuario della Comparsa a Montagnaga di Pinè(2Km)

dove apparve la Madonna ad una pastorella del luogo.

Visita al santuario e luoghi sacri vicini.

Santa Messa al santuario di Montagnaga di Pinè

cerchio di chiusura

 

 

Incontro preparazione alla Pasqua

Volano 1 aprile 2017

Sabato 1 aprile le comunità della regione hanno partecipato all’incontro di preparazione alla Pasqua a Volano.

La mattinata è stata dedicata a delle riflessioni sull’ ultima enciclica di Papa Francesco

mentre il pomeriggio alla visita, accompagnati da una valente guida, di una chiesetta del XV secolo dedicata a San Rocco

 

Momento di preghiera al mattino

assemblea con la guida del nostro A.E. regionale Don Cosma

 

Momenti di convivialità

 

Il pomeriggio la visita guidata alla chiesetta di S.Rocco

Un interno con affreschi meravigliosi...

All'interno troviamo anche S.Giorgio

 

 

 

 

 

 

 

Giornata del pensiero

26 febbraio 2017

il MASCI regionale è stato invitato a Merano

a celebrare assieme al gruppo locale la giornata del pensiero

Più di 50 persone che da tempo non avevano la possibilità d'incontrarsi

si sono radunate in un clima di commozione e gioia a celebrare la Messa

seguita dal pranzo presso la mensa ufficiali

luogo tradizionale di ritrovo per celebrare il ricordo di B.P. nella città di Merano

Giornata del pensiero

BOLZANO 19 febbraio 2017

 

CAMPO INVERNALE CARISOLO

27-28-29 GENNAIO 2017

 

 

 

 

17/12/2016

CAMPANA DEI CADUTI

Incontro con il consiglio nazionale AGESCI

Maria Dolens sul colle di Miravalle

 

LUCE DI BETLEMME 2016

Scarica il pdf

 

GIORNATA DELLO SPIRITO

SARDAGNA 03 DICEMBRE 2016

 

CASTAGNATA A VILLA

19 NOVEMBRE 2016

Tutti assieme appassionatamente...

La castagna è servita...

Il famigerato Parampampoli

 

 

27a ASSEMBLEA NAZIONALE ASSISI

28-30 OTTOBRE 2016

 

TAVOLA ROTONDA "Dov'è tuo fratello?"

Sala del Mappamondo - MONTECITORIO

Venerdì 21 ottobre 2016

Venerdì 21 ottobre, alle ore 14,30, presso la Sala del Mappamondo di Palazzo Montecitorio si è svolta la tavola rotonda, organizzata da Masci e Focsiv, sui temi dell'accoglienza e dell'immigrazione dal titolo "Dov'è tuo fratello?", con consegna delle firme al Parlamento relative all'omonima petizione. Interviene il Vice Presidente della Camera, signora Marina Sereni.

Guarda il filmato

 

 

 

 

sabato 1 ottobre 2016 ad ore 16.00


siete tutti invitati all'incontro sul tema

Che ne è di tuo fratello?

Una firma per passare dall'emozione all'azione

petizione per il riconoscimento dei diritti umani degli immigrati

Sala Rosa palazzo della Regione

piazza Dante a Trento

 

 

 

 

ASSEMBLEA REGIONALE

17 SETTEMBRE 2016 ORATORIO DI MORI


 

 


RE LAURINO 2016

SABATO 6 AGOSTO IN UNA GIORNATA DI SOLE SPLENDENTE A NOVA PONENTE IN ALTO ADIGE SI È SVOLTO IL TRADIZIONALE INCONTRO ESTIVO DENOMINATO “RE LAURINO”, DEL MASCI DELLA REGIONE TRENTINO-ALTO ADIGE CON ALTRI ISCRITTI DEL MASCI NAZIONALE E SIMPATIZZANTI.

La giornata è trascorsa in armonia con una passeggiata tra i prati per visitare la chiesetta di S.Elena, rinomata per i suoi affreschi del XIV sec. e poi con un pranzo in un ristorante tipico del luogo L'incontro si è concluso,

dopo la S.Messa celebrata nella pineta, con il crack finale ed un arrivederci al prossimo anno.

 

Chiesetta di S.Elena

 

La chiesa venne consacrata il 19 settembre 1410 dal vescovo ausiliare di Trento Fr. Albert francescano.  Nel registro inferiore sono rappresentati tutti i racconti legati alla nascita di Gesù:, l’epifania, Simeone, la fuga in Egitto, ecc.Sulla parete d’ingresso lo sguardo entra nella camera di Maria: l’angelo s’avvicina a Lei benedicente. Nel cartilglio che egli ha è riprodotto il testo dell’annunciazione. Un minuscolo Gesù con la croce sulle spalle segue la colomba dello Spirito Santo. Gesù bambino viene accompagnato da piccole mezze figure di angeli fino al corpo di Maria. Nella navata centrale, sulla volta, in un firmamento di un blu profondo, vi sono i quattro evangelisti con i cartigli su cui sono riprodotte le prime parole dei vangeli.Sull’arco di trinfo spicca l’immagine di Dio Padre nell’atto di benedirecon la destra, i sacrifici di Abele, on la mano sinistra, chiusa, maledice Caino mentre questi gli offre un covone. Da notare la figura della malvagità rappresentata dalla piccola immagine diabolica sul covone e dai capelli rossi. Sugli archivolti appaion0 gli stemmi dei committenti: la torre con i battenti aperti è lo stemma dei Niedertor. Nell’introdosso vi sono sette piccoli campi che riproducono l’origine del mondo e la creazione dell’uomo. Interessante la rappresentazione nella prima immagine della creazione di Eva e le “nozze” di Adamo ed Eva congiunti dallo stesso Dio Padre. Il giudizio universale ha come assistenti gli apostoli. Alcune figure sono andate perse a seguito della costruzione di finestre in epoca successiva. Interessante notare che gli apostoli tengono in mano i cartigli con i loto nomi. La tecnica dell’affresco è frutto di colori minerali, terre, calce ed acqua. Tecnica che viene definita “arte povera”.Le immagini risalgono sono di scuola giottesca. E non sono state conservate quelle del trecento. Nel 1400 l’intero spazio interno è stato impreziosito da affreschi che trovano origine dal cambiamento della pittura italiana del XIV secolo. Le immagini più forti sono riservate all’abside (residenza del’altare ) Qui troviamo l’immagine di Cristo benedicente (calotta absidale) contornata dai simboli del 4 evangelisti. E’ l’immagine di un Cristo benedicente in cui si nota la ferita al costato che pone l’accento sulla sofferenza di Cristo sulla croce. Tale immagine segue la spiritualità dei monaci mendicanti la cui centralità è rivolta alla compassione per Dio sofferente.I dipinti:La costruzione della chiesetta risale al 1100 d.C. Non ci sono notizie sulla costruzione stessa, si sa che la chiesa ed il cortile interno appartenevano dal 1166 all’Abazia dei Canonici regolari agostiniani di S.Maria in Augia. Tale monastero precedette il convento di Gries e fu abbandonato all’inizio del XV secolo a causa delle continue inondazioni. Alcuni resti di tale monastero si trovano tuttora a Bolzano in Via Alessandria. Gli affreschi interni della chiesetta di S.Elena furono commissionati dai signori di Niedertor cui era affidata la giurisdizione di Nova Ponente. Il patrocinio fu affidato a S.Elena in quanto ricercatrice della Croce di Cristo e, quindi venerata come patrona dei minatori oltre che patrona dei monti.

 


 

 

 

PELLEGRINAGGIO REGIONALE

4 GIUGNO 2016

WEISSENSTEIN - PIETRALBA

 

 

 

 

 

 

 

san giorgio regionale

Carisolo 17 aprile 2016

San Giorgio 2016 CARISOLO

 

Gruppo Masci a Carisolo

 

 

Gruppo alla cascata del Nardis

 

 

 

 

Luce di Betlemme 2015

20 Dicembre 2015

 

 


Leggi Tutto il programma

 

Castagnata a Strigno

24 OTTOBRE 2015

 

 

 

ASSEMBLEA REGIONALE ELETTIVA
SABATO 19 SETTEMBRE ORE 9
ORATORIO DI STRIGNO

Le Foto dell'assemblea

Assemblea Regionale 2015

 

Assemblea Regionale 2015

 

Assemblea Regionale 2015

 

Assemblea Regionale 2015

 

 

 


 

 


Pellegrinaggio Regionale a San Romedio - 16 maggio 2015

 

 

SAN GIORGIO 2015

Notizie storiche del tracciato della vecchia ferrovia

 

INCONTRO DI QUARESIMA 2015 - MERANO

 

 

Articolo Vita Trentina

Leggi la pagina completa di Vita Trentina del 15 Febbraio 2015

 

Locandina Tavola Rotonda

 

TAVOLA ROTONDA SU

"Le Sfide del Futuro"

Luce di Betlemme - orari del servizio su Telepace

 

Ultima Gazzetta Scout - Numero 36 Dicembre 2014

Luce di Betlemme 2014

On Line la gazzetta scout n.35

 

MESSAGGIO SEGRETARIO MASCI ALL'ASSEMBLEA REGIONALE AGESCI

 

 

ASSEMBLEA DEL 60° E L'UDIENZA CON PAPA FRANCESCO

 

REPORTAGE VITA TRENTINA 13 NOVEMBRE 2014


Papa Francesco Scout

 

 

 

GLI INCONTRI E I DIBATTITI CON I POLITICI SCOUT

 

Roberta Pinotti, ministro della Difesa; Roberto Cociancich e Edo Patriarca,rispettivamente senatore e deputato Pd; Andrea Romizzi, giovane sindaco di Perugia (Fi), pur nella diversità delle appartenenze politiche provengono tutti dallo scoutismo e testimoniano che è possibile incarnare all’interno delle istituzioni i valori che derivano dall’aver fatto la promessa e compiuto il percorso scout.

 

DIBATTITO COORDOINATO DA MARCO TARQUINIO DIRETTORE DI AVVENIRE

DIBATTITO

DIBATTITO MINISTRO

 

GLI INCONTRI E I DIBATTITI CON ASSOCIAZIONI

Altro incontro con associazioni ed enti con cui il MASCI intrattiene rapporti di amicizia e di collaborazione.

Matteo Trufelli, Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana, Cecilia Strada, Presidente Emergency, Salvatore Pagliuca, Presidente nazionale Unitalsi, Adriano Ranucci, Vice Presidente della Comunità di Sant’Egidio, Marco Frey, Presidente di Cittadinanza Attiva.

 

 

 

IL GRUPPO DELLA NOSTRA REGIONE

LA FESTA DEL 60° A SACROFANO


GLI AMICI DI MILANO "AQUILE RANDAGE"

 

ARTICOLO DELL'EVENTO DI VITA TRENTINA

 

ARTICOLO 60° MASCI

VITA TRENTINA E SEGNO

Articolo Vita Trentina

COMUNICATO STAMPA

 

 

ASSEMBLEA NAZIONALE 2014


7-8-9 Novembre 2014

60^ DEL M.A.S.C.I.

Udienza da Papa Francesco - 8 Novembre 2014

 

 

 

 


 

FOTO DEL SAN GIORGIO

San Giorgio Regionale 2014


NAGIA’ GROM

Trincee Nagià Grom

CAMPANA DEI CADUTI ROVERETO

Campana dei caduti

Vi ricordo che la flash mob sarà poi trasmessa su diverse tv nazionali in occasione del 60°. Vi ricordo inoltre che tutti i partecipanti dovranno essere in divisa completa e visto che non tutti possiedono la camicia grigia portarsi il maglione blu!Vi ricordo che per questo evento dovrà esservi la massima partecipazione in quanto dobbiamo realizzare la flash mob per il 60° da inviare subito a Roma.

 


 

PROPOSTE PROGRAMMATICHE TRIENNIO

FLASHMOB 60 ANNI AUGURI MASCI BUONA STRADA


DISPONIBILE IL DVD DEL CONVEGNO DI TRENTO DEL 1 FEBBRAIO 2014

 

 

PRENOTATELO AL SEGRETARIO REGIONALE


 


 

SCAUTISMO PER TUTTA LA VITA

VEDI CONVEGNO SCOUT COMPLETO

 

E' noto che il fondatore dello Scoutismo, Baden-Powell, non avvia un movimento per adulti, ne scrive un manuale per loro. Tuttavia sono numerosi i riferimenti agli adulti che possiamo rintracciare nei suoi scritti. In particolare in uno di questi documenti egli ricorda che:
Uno degli argomenti discussi alla conferenza internazionale di Godollo (Jamboree, 1933) è stato quello degli Old Scout: ossia del mantenimento dei contatti con il movimento da parte di coloro che sono stati giovani esploratori e che successivamente si sono inseriti nella vita. In molti paesi questi uomini vengono ora censiti come scout, e ci si attende da essi che rinnovino il loro legame con lo scoutismo, interessandosi alle attività  dei gruppi scout più vicini, e facendo ciò che possono, molto o poco che sia, per aiutare il movimento in generale ma soprattutto per continuare personalmente ad osservare nella loro vita lo spirito della legge scout.

Purtroppo (rileva con una punta di amarezza B.P.) il motto - una volta scout sempre scout - è insegnato nel movimento scout, ma non universalmente messo in pratica.

Se fosse attuato nel suo vero senso ne deriverebbe un gran profitto ai singoli e, in definitiva al mondo nel suo insieme. Per questi motivi voglio raccomandare alla vostra considerazione la questione di mantenere gli "Old Scout" a contatto con il Movimento e con i suoi ideali. Vi sono parecchi aspetti validi in questa idea e, per quanto posso giudicare, nessun inconveniente"

 

 

 

 

 

Per offrirti un'esperienza di navigazione sempre migliore questo sito utilizza anche cookie di partner selezionati. Proseguendo la navigazione o cliccando su "ACCETTO" acconsenti all'utilizzo dei cookie impiegati dal nostro sito. Informazioni Politiche Privacy.

Accetto i cookies da questo sito